La vita è quel che decidiamo di farne. I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma quello che siamo.

«Fernando Pessoa»

Chi sono

FORMAZIONE PERSONALE

Durante il mio percorso universitario ho svolto psicoterapia personale con la Dott.ssa Maria Grazia Antinori (Psicologa Psicoterapeuta ad orientamento Sistemico-Relazionale e Psicodinamico).

FORMAZIONE DIDATTICA

Presso la Scuola di Specializzazione SISPI , svolgo un'analisi didattica con il Dott. Maurizio Talamoni (psicologo psicoterapeuta SISPI Milano-Roma).

SU DI ME

Sono Psicologa (iscritta all’Albo degli Psicologi della Calabria sez. A num. 1363).
La mia formazione è iniziata a Roma, con la laurea in Psicologia, con tesi dal titolo : "L’empatia, dalla psicoanalisi classica alla neuropsicoanalisi: i neuroni specchio ", proseguendo poi in Francia per quanto riguarda i miei studi in Arteterapia, presso l’Ecole de Tours-AFRATAPEM (Ass. Française Recherche & Application des Techniques Artistiques en Pédagogie et Médicine ) e a Lille presso la Facoltà di Medicina, ove ho conseguito il Diploma Universitario in Arte Terapia con la tesi dal titolo: Une expérience d'art thérapie à dominante danse/ expression corporelle auprès de personnes à¢gées atteintes de la maladie Alzheimer ou d'autres troubles apparentés (Vedi).
Sono operatrice in Training Autogeno di Base ed iscritta all’Albo Europeo ECAAT (European Committee for the Analytically Oriented Advanced Autogenic Training ).
Frequento una Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ad indirizzo psicodinamico con Procedura Immaginativa, SISPI , lavorando sull'immaginario della persona presa in carico inteso come potenziale creativo e trasformativo.
Da un punto di vista teorico e formativo i miei modelli di riferimento sono la Psicologia Psicodinamica, partendo dalla Psicoanalisi Freudiana fino ai suoi sviluppi attuali. Particolare interesse è rivolto allo studio del profondo, dell’inconscio, inteso non solo come sede di conflitti e traumi rimossi, ma soprattutto come contenitore di energia psichica creativa e trasformativa.
Sia come Psicologa che come Arteterapeuta, mi sono occupata principalmente di pazienti anziani affetti da disturbi neurodegenerativi e di giovani adulti richiedenti asilo, sia in Italia che in Francia.
Come Arteterapeuta utilizzo la danza e l’espressione corporea.
Dalla mia più giovane età, infatti, ho coltivato la passione della danza con una formazione specifica, che miro a coniugare con la mia attività professionale.
Attualmente faccio parte di un gruppo di formazione e ricerca in danzateatro, secondo il metodo Med (Movimento EvolutivoDinamico®, Carola Baldini ). Un metodo di movimento ai confini con il teatro e la danza in cui l’espressione del dato tecnico e artistico si unisce con il bisogno e il desiderio della persona nonché con l’espressione dei suoi processi psicologici.
Svolgo attività clinica come Psicologa e Arteterapeuta in lingua italiana e in lingua francese.
Collaboro come Psicologa ed Arteterapeuta con l’Associazione FENETRES FRANCOPHONES, con sede a Parigi. Insieme ad Iléna Lescaut, pittrice ed Arteterapeuta, mi occupo di gestione e conduzione di laboratori di danza terapia e arte terapia rivolte ad utenza con problematiche psicofisiche ( disturbi neurodegenerativi, disabilità psicofisiche) e a donne ed adolescenti immigrati e richiedenti asilo presso diverse Strutture Socio-sanitarie.
Collaboro con il DSM (Dipartimento Salute Mentale) e il Dipartimento di Psicologia Ospedaliera, USL Imola (Bologna) in qualità di specializzanda in Psicoterapia.
Effettuo privatamente consulenze psicologiche individuali per vari disturbi psicologici (ansia, depressione, attacchi di panico, disturbi sessuali, fobie, etc…) ma anche per situazioni di crisi esistenziali.
Conduco laboratori di espressione corporea e training autogeno, sia di gruppo che individuali.

ATTIVITA' CLINICHE

TRAINING AUTOGENO

Il Training Autogeno è una tecnica di rilassamento, o più specificamente ANTISTRESS, ideata nella prima metà del ventesimo secolo da Johannes Heinrich Schultz, medico e psichiatra tedesco.
L'obiettivo di Schultz, quando pensò a questo tipo di terapia, era quello di rendere il paziente meno vincolato al terapeuta e divenire lui stesso, in prima persona, autore del proprio miglioramento e del proprio benessere. Con il termine Training Autogeno (T.A.), Schultz definì un metodo di autorilassamento attraverso la concentrazione mentale, il quale consente di alleviare tensioni sia psichiche che corporee. Come indica il nome stesso, il Training Autogeno è una tecnica di allenamento che "si genera da sé", ovvero l'individuo la mette in pratica in prima persona sotto la guida di un esperto. Una volta appresi, gli esercizi possono essere praticati da soli a casa propria. Il metodo di allenamento del Training Autogeno prevede l'insegnamento preliminare di alcune posizioni corporee, da sdraiati e da seduti, che possano facilitare la successiva acquisizione degli esercizi di rilassamento. Il Training Autogeno, infatti, è costituito da una serie di esercizi standard, che si riferiscono a sei distretti fisiologici: muscolare, vascolare, cardiaco, respiratorio, addominale e cefalico.
Con il Training Autogeno si acquisiscono maggiore sicurezza e fiducia, si è in grado di rimanere più calmi e distesi e diviene possibile scaricare in maniera minore le tensioni sui vari organi, ottenendo efficaci interventi sui disturbi psicosomatici. Risulta particolarmente indicato per le persone che per motivi diversi sostengono dei ritmi di vita molto accelerati e stressanti. Lo stress rappresenta una seria minaccia per la salute e per il benessere dell'organismo, e può produrre una lunga serie di effetti nocivi, quali l'ansia, l'irritabilità, difficoltà di memoria e di concentrazione, disturbi del sonno e del metabolismo. Tutto ciò, mediante il Training Autogeno, può essere prevenuto, ridotto ed eliminato.
Il T.A. è consigliato in modo particolare a chi soffre di disturbi d’ansia , attacchi di panico, insonnia, emicrania, stress, fobie.

Laboratori arteterapia ad indirizzo danza ed espressione corporea

L'art-thérapie est l'exploitation du potentiel artistique dans une visée thérapeutique et humanitaire (« Tout savoir sur l'art-thérapie », Favre éditions, Lausanne, 2000).
L’arte diventa terapia quando viene compresa in essa tutta la forza e viene utilizzata con consapevolezza come strumento che agisce al miglioramento e al cambiamento. E’ una terapia di prevenzione, di cura, di sostegno. Arteterapia significa creare, o meglio dare vita a delle immagini (o movimenti) e collegare queste creazioni con il proprio vissuto personale. Le attività artistiche che utilizzo nel mio lavoro come arteterapeuta è quello della danza e dell’espressione corporea. Quest’ultima è un’ attività in cui tecniche di movimento precise si associano ad espressioni corporee , utilizzando il corpo come forma espressiva e comunicativa, in cui predomina la spontaneità e l’autenticità del movimento personale. La persona in questo caso, non fa altro che seguire il proprio codice interiore, le proprie emozioni, le quali verranno ad esprimersi tramite il movimento. La persona perciò, sente il desiderio di esprimere questo impulso tramite il movimento.
Il corpo viene quindi utilizzato nella sua globalità, dando del senso à ciò che si crea, dando significato ai movimenti. Attraverso di essi, viene a stabilirsi una comunicazione tra il nostro mondo interiore e il mondo esterno. Il corpo diventa parola. L'espressione corporea è sperimentare, scoprire nuovi contesti comunicativi, attraverso il corpo, il gesto, la musica, mettendosi in gioco su potenzialità corporee scarsamente esplorate nella quotidianità. Ci si avvicina all’espressione corporea per recuperare la suggestione del linguaggio del corpo e non trascurare la parte più originale di ciascuno che rischia di essere ascoltata sempre meno, per "tirare fuori”, cioè esprimere emozioni, pensieri, gesti, sguardi, per ampliare le nostre conoscenze e capacità relazionali (con sé stessi e gli altri).
“Il movimento è una conseguenza di un impulso interiore” (R. Laban).

Valutazioni Psicodiagnostiche

Si stilano relazioni psicodiagnostiche qualora vengano richieste specificatamente, grazie all’intervento integrato della valutazione clinica e della somministrazione di batterie di test standard (MMPI-2, STAY, TEST GRAFICI, CBA. CORE-OM etc.. ).
Le valutazioni psicodiagnostiche danno la possibilità mediante lo svolgimento di colloqui clinici e l’uso di test psicologici, di effettuare una analisi scientifica coadiuvata da strumenti standardizzati e scientificamente attendibili. Questo consente di dare un responso diagnostico sulle condizioni di salute mentale dell’individuo il più possibile accurato, generalmente utile in campo clinico, lavorativo e giuridico sia civile che penale.

CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO

Attraverso la Consulenza e il Sostegno Psicologico si cerca di elaborare le strategie d'intervento più idonee nel facilitare il cambiamento, la crescita e la realizzazione personale dell’ individuo. Il servizio di consulenza psicologica è orientato alla comprensione e alla definizione del problema e alla ricerca di eventuali strategie di trattamento adeguate. La consulenza si focalizza sulla risoluzione di problematiche dell’individuo che ne fa richiesta e, pertanto, motivato al cambiamento. Insieme si costruiscono e condividono degli obiettivi concreti e si esplicita, quanto più possibile, i limiti di tempo entro cui raggiungerli insieme. Possono essere diverse le situazioni di vita, le difficoltà, i problemi, i disturbi (o i sintomi) in grado di motivare la richiesta di una consulenza psicologica. Solitamente è nei momenti di crisi che si è più disposti a cogliere l’opportunità per un cambiamento. In alcuni casi la richiesta di sostegno psicologico è motivata da un problema che limita la persona nelle sue possibilità di scelta, altre volte, è legata allo sviluppo e alla crescita personale, o ancora è dovuta a situazioni che irrompono all’improvviso e minacciano gli equilibri psicologici di chi le subisce. Il sostegno psicologico individuale si rivolge a coloro che vivono situazioni di disagio (ansia, depressione, stress, attacchi di panico, fobie, disturbi del comportamento alimentare, lutti, separazioni, difficoltà relazionali) e che devono affrontare una sofferenza psicologica la cui fonte viene identificata in contesti e relazioni esterne (il lavoro, la famiglia, gli amici) che incidono, più o meno gravemente, sul benessere fisico e psicologico.
La consulenza e/o il sostegno psicologico, laddove richiesto, può essere svolto anche in lingua francese.

METODO DI LAVORO

Dopo aver concordato l'appuntamento, avviene il primo incontro tra paziente e psicologo. Il primo colloquio è gratuito ed è inteso come colloquio conoscitivo, in cui si accoglie la richiesta di aiuto espressa dalla persona. E' un momento prezioso in cui il paziente e lo psicologo si scoprono e si scelgono reciprocamente per iniziare insieme il percorso di sostegno. Negli incontri successivi ( dai 3 ai 4) si delineano i primi obiettivi sui quali lavorare e il percorso d'intervento più adatto alla persona e alla problematica da affrontare, nonché la motivazione della persona nel voler intraprendere un percorso di sostegno psicologico.

IL MIO METODO

Il mio metodo è di impronta Psicodinamica (con riferimento teorico postfreudiano) con Procedura immaginativa. Questo approccio utilizza le immagini mentali (inclusi i sogni, simboli, fantasie ) ed il rapporto umano che si crea tra lo psicologo ed il paziente per curare la sofferenza di natura psicologica, psicosomatica ed esistenziale (ad es. originata da una realtà dolorosa). Le emozioni, i desideri, i bisogni, legati alle immagini mentali sono una inesauribile risorsa di energia fatta emergere, riconosciuta e rielaborata. Gli incontri sono a cadenza settimanale (1 o 2), della durata di '50 minuti a seduta ed il costo è agevolato per studenti e disoccupati, seguendo la tariffa minima secondo il tariffario dell'Ordine degli Psicologi. Il primo colloquio è gratuito

BLOG

PARLANO DI ME:

Contatti

Per prendere appuntamento o per avere informazioni, potete contattarmi telefonicamente al num 333.2326703 o scrivermi all'indirizzo e-mail isadorafortino@gmail.com
Il primo colloquio è gratuito

Dott.ssa Isadora Fortino, Psicologa (n.1363 Albo RC)

Indirizzo : via Amedeo Parmeggiani, 8, 40131 BOLOGNA

Telefono: 333.2326703 Email: isadorafortino@gmail.com

CF: FRTSDR84A49B774N

P. IVA: 03307120786

Il messaggio è stato inviato